FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Menu Principale

FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Ultime News

HWScan00020.jpg
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Utenti on Line

 4 visitatori online
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Statistiche

Utenti : 14
Contenuti : 34
Hits visite contenuti : 36095
Premio Gallico 2013

Grande successo di pubblico per la manifestazione conclusiva della V edizione del Premio Gallico 2013 svolta nella suggestiva cornice del verde attrezzato dell’Asilo “Heidi”, in via Anita Garibaldi, traversa Esposito che ha concesso il privilegio di svolgere la cerimonia di consegna del premio ai gallicesi illustri. Detto Premio rientra nell’ambito del programma annuale delle manifestazioni culturali indette dell’Associazione Culturale “TreQuartieri” che, anche per quest’edizione, gode del patrocinio del Centro Internazionale di Cultura, Arte, Scienza “Foyer des Artistes” con sede a Roma, presieduto dal dott. Antonio Morgante, istituito nel 1973 e riconosciuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La cerimonia ha assunto, per la qualificata e significativa presenza di autorità politiche, religiose ed esponenti del mondo dell’arte, della scienza e della cultura, un rimarchevole prestigio rendendo più vivo il rapporto fra l’uomo e la società.

Il Premio, sin dalla prima edizione (2009), viene conferito a quei gallicesi che si sono affermati nel campo delle proprie attività professionali dando lustro al territorio contribuendo così alla crescita umana e sociale del nostro Paese.

La cerimonia ha avuto inizio con la S. Messa dedicata alla memoria di Don Mimmo Geraci, nativo di Gallico e per molti anni parroco di S.Lucia, officiata da Don Gaetano Galatti il quale nell’omelia ha ricordato la sua figura e le sue opere svolte a favore della comunità reggina guardando sempre con benevolenza ed attenzione al suo paese natio.

Subito dopo Oreste Pennestrì, Presidente dell’Associazione, dopo aver salutato il pubblico e tutte le Autorità che, con la loro presenza, hanno conferito maggior significato a questa già di per sé importante cerimonia, ha catalizzato l’attenzione del pubblico con il suo breve ma sentito intervento ricordando il ruolo svolto dal sodalizio nell’ambito culturale e sociale sottolineando come la cultura, l’arte e la scienza, un’importante leva, possono contribuire allo sviluppo locale.

Un messaggio augurale è stato inviato dal prof. Cosmo Giacomo Sallustio Salvemini presidente dell’Unione Italiana tra le Associazioni Culturali con sede a Roma ove, tra l’altro, ha rivolto un vibrante appello ai dirigenti degli Enti culturali affinché si impegnino a risolvere la tormentata Questione meridionale che risale al 1861, anno in cui si é realizzata l'Unità d'Italia.

La cerimonia è stata caratterizzata dalla proiezione di un video curato dall’Arch. Matteo Gangemi, Responsabile della Commissione Cultura “Premio Gallico”, dove si sono evidenziati alcuni momenti delle precedenti edizioni riservando particolare attenzione agli illustri personaggi gallicesi premiati. La loro testimonianza, ricca di fermenti valoriali e religiosi, stimola a vivere la quotidianità con modelli che sembrano estranei alla nostra cultura; eppure, solo con queste testimonianze il mondo può trovare nuovi impulsi a costruire veramente una nuova società. Questi personaggi devono valere non come semplice esortazione morale, ma risultare alimento di vita, di pensiero e di azione.

Prima di procedere alla consegna del premio l’Associazione ha voluto conferire, al maestro Nicola Sgro, il Premio Speciale Gallico 2013 - Per la sua prestigiosa carriera in campo musicale.

I nominativi dei gallicesi, di questa edizione, sono stati scelti dall’apposita Commissione che era così composta: Dott. Oreste PENNESTRI’ , Presidente dell’Associazione; Arch. Matteo GANGEMI, Responsabile Commissione Cultura “Premio Gallico”; Notaio Gregorio GANGEMI, Presidente Onorario dell’Associazione; Don Gaetano GALATTI, Parroco “S.Biagio”; Maestro Nicola SGRO, Docente Università per Stranieri “D.Alighieri”; Dott. Antonino LAZZARINO DE LORENZO, Rappresentante Centro Internazionale d’arte, Cultura e Scienza “Foyer des Artistes”- Roma.

Alle personalità selezionate, introdotte con grande garbo dal maestro Sgro, è stata consegnata una targa ricordo contenente la rispettiva motivazione:

 

Alla Religione a Don Domenico Geraci (alla memoria) - Gallicese illustre, prestigioso esponente del clero reggino ha ricoperto diversi incarichi curiali dedito a tempo pieno all’educazione cristiana dell’infanzia e della gioventù operando nella Carità con grande sensibilità sociale per l’affermazione dei valori cristiani. Fondatore del “Lucianum” fiaccola ardente di fede e carità cristiana che illumina gli animi.

 

Alla Cultura al dott. Domenico De Caridi (alla memoria) - Illustre magistrato per aver costantemente profuso il suo impegno professionale, sociale e di servizio apostolico per favorire ed accelerare la promozione, la crescita, il rinnovamento della nostra collettività con particolare attenzione per la realtà gallicese. Il suo esempio sia come luce per i giovani che devono scoprire il “segreto dell’arte della vita per renderla piena di significato.

 

Allo Sport ad Elsa Carere - Atleta di pallavolo sin dalla giovanissima età ha militato per diversi anni nei campionati nazionali col suo impegno agonistico ha contribuito alla promozione in A1 femminile della squadra locale.

 

Al Lavoro al N.H. Dottor Orazio Lazzarino (alla memoria) - Stimato professionista impegnato nel campo medico non ha mai dimenticato la sua terra natia che ha tanto onorato col proprio lavoro, la vasta cultura e con la inflessibile dirittura morale. A 100 anni dalla nascita la comunità gallicese lo ricorda con stima ed affetto.

 

Alla Politica a Giuseppe Gangemi (alla memoria), Notaio dal 1904 al 1939. Esponente di spicco della classe politica gallicese del dopoguerra. Si è fatto apprezzare come consigliere, assessore comunale e delegato Municipale di Gallico lasciando tracce indelebili nell’Amministrazione della nostra realtà.

 

Non sono mancati momenti di grande emozione e commozione legati al ruolo e alle azioni svolte dai destinatari dei premi alla memoria che sono ancora oggi legati al tessuto sociale gallicese.

 

Quest’edizione è stata presieduta dall’on Giuseppe Giordano, Consigliere Regionale, che, con il suo intervento, ha concluso i lavori affermando che il Premio, oltre ad esaltare ancor di più il carattere peculiare dei gallicesi, terra di gente che si dà da fare, si rimbocca le maniche e corre incontro al futuro, si è ulteriormente consolidato dando la possibilità ai gallicesi di scoprire e stringersi attorno ai loro figli illustri o a personalità che hanno dato lustro a Gallico, alla città di Reggio ed all’Italia.

 

L’atmosfera è stata allietata dalla partecipazione del sassofonista Demetrio Fortugno e dal pianista Gian Bruno Meduri, presentati da Mimmo Arrigo, che con delle note musicali hanno introdotto e concluso la premiazione.

 

CON VIVISSIMA PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE

 Matteo Gangemi